Giugno 20, 2019
Booking.com

Otranto è la città italiana situata sul punto più orientale della penisola. È nota per la sua splendida storia, legata indissolubilmente alle diverse popolazioni che si insediarono in passato e alle loro diverse culture, così come per il bellissimo mare e la natura incontaminata che avvolge l’intera zona.

Ciò fa di Otranto una meta ambita e visitata ogni anno da tantissimi turisti provenienti da ogni parte d’Italia e del mondo, che spesso ne approfittano anche per visitare tutto ciò che si trova nei dintorni della città. A questo proposito riteniamo utile dare una mano a tutti coloro che desiderano sapere quali sono i più interessanti posti da visitare vicino Otranto, e per farlo abbiamo messo a punto un elenco dei siti maggiormente interessanti e meritevoli di attenzione.

Baia dei Turchi è sicuramente uno dei posti da visitare assolutamente se ci si muove attorno la zona di Otranto: questo bellissimo tratto di costa si trova a circa 6/7 km a Nord della città e si dice che qui sbarcarono i saraceni nel 1480, in quello che è tristemente ricordato come un vero e proprio massacro nel quale persero la vita 800 vittime innocenti che si rifiutarono di convertirsi. La zona presenta una bassa scogliera che si alterna a sabbia bianca, è sicuramente un angolo di pace e dunque fortemente consigliato a coloro che desiderano vivere il mare in assoluto relax e armonia con la natura.

baia dei turchi

Poco più a Nord è possibile incontrare i famosi Laghi Alimini, due laghi collegati tra loro da “Lo Strittu”, ovvero un canale che fa appunto da ponte tra Alimini Grande ed Alimini Piccolo. In prossimità dei laghi è possibile ammirare diverse specie migratorie quali fenicotteri, gru, cigni ed esemplari acquatici quali le gallinelle d’acqua ed il germano reale. In direzione del mare è invece presente una bellissima pineta e spiagge bianche, che presentano anche lidi e aree attrezzate. Una sosta in questa zona è dunque d’obbligo ed è l’occasione perfetta per uno splendido giro in canoa alla scoperta dei laghi e della natura che li circonda, per recarsi infine nella spiaggia prospiciente e concedersi un bel bagno ristoratore.

laghi alimini

Proseguendo in direzione Nord è possibile raggiungere Torre Sant’Andrea e le sue incantevoli calette, contorniate da meravigliose rocce che creano quell’atmosfera così suggestiva che è il motivo per il quale ogni anno sono migliaia i turisti a raggiungere questa zona. Addentrandosi lungo il percorso che segue la pineta è anche possibile raggiungere numerose altre calette, leggermente più piccole ma decisamente meno frequentate per via del percorso poco agevole necessario per raggiungerle: si devono infatti percorrere lunghi tratti a piedi ed infine scendere per mezzo di gradini intagliati nella roccia, ma la fatica sarà ricompensata dalla bellezza e dal fascino del luogo.

torre sant'andrea

Spostandoci invece in direzione Sud partendo da Otranto, muovendosi per qualche minuto verso l’entroterra, è possibile raggiungere la suggestiva Cava di Bauxite, un luogo ameno in cui la natura si è riappropriata di un’area originariamente destinata all’estrazione di questo elemento dal colore tipicamente rosso. Lo spazio scavato nella terra si è, in maniera del tutto inaspettata, riempito d’acqua sorgente dai riflessi verdastri, dando vita ad un laghetto davvero delizioso. Nonostante la tentazione sia forte è purtroppo proibito fare il bagno per la copiosa presenza di bauxite, per cui è bene limitarsi semplicemente ad ammirare questo posto così quiete e suggestivo.

Proseguendo in direzione Sud è possibile raggiungere Porto Badisco, un luogo incantevole immerso in una natura tanto selvaggia quanto avvolgente. Le magnifiche acque dai riflessi turchesi e le tantissime insenature (gran parte delle quali sono accessibili soltanto via mare) attraggono tantissimi bagnanti ogni anno, i quali apprezzano non soltanto la bellezza del luogo e le sue acque così limpide, ma anche la possibilità di fare dei bellissimi tuffi in tutta sicurezza.

ùporto badisco

Coloro i quali desiderano visitare non solo le zone di mare, ma anche le zone dell’entroterra nei pressi Otranto, possono invece raggiungere Palmariggi. Qui è possibile ammirare il Santuario di Montevergine, risalente al 1595 e collocato su di una collinetta, composto da una navata di forma rettangolare e un cornicione a tre ordini. Il Santuario è il simbolo di Palmariggi ed ha una grande valenza storica, dato che secondo la tradizione qui apparve la Madonna che indicò ad un pastore la presenza di una antica cripta della quale si ignorava l’esistenza, con all’interno una immagine di Maria con il Bambin Gesù.

Poco più distante troviamo invece il paesino di Maglie, che vanta un bellissimo centro storico e tanti palazzi nobiliari. Qui è raccomandata una visita al Duomo della Collegiata, risalente al XVIII secolo, all’interno del quale è possibile trovare numerose testimonianze del barocco leccese. Il campanile è alto ben 48 metri ed è strutturato su 5 piani, veramente una struttura imponente che merita certamente una visita. Anche la chiesa della Madonna delle Grazie è una viva testimonianza del barocco, e per questo consigliamo di visitare anch’essa. Nella piazza centrale di Maglie è possibile invece ammirare Palazzo Capece, un bellissimo palazzo nobiliare sorto sulle rovine di quello che fu un castello angioino.

A breve distanza da Maglie troviamo invece Corigliano d’Otranto, borgo che vanta la presenza dell’imponente Castello de’ Monti. Questo castello risale al ‘500 ed ha una pianta quadrangolare ed un fossato intorno, con 4 torri agli angoli a difesa della roccaforte. Si tratta dunque di una fortezza esplicitamente realizzata a difesa del territorio, come testimoniano le imponenti mura ed i sistemi di protezione adottati. È possibile visitare gratuitamente il castello, per cui sarà ancora più piacevole passare da Corigliano d’Otranto e approfittarne per visitare il castello, suo simbolo.

castello corigliano d'otranto

Anche la zona dei dintorni di Otranto ha veramente tanto da offrire al turista dunque, sia per quel che riguarda le zone di mare che per quanto concerne siti di interesse prettamente storico, artistico ed architettonico. Non c’è allora che da scegliere i siti che si ritengono più interessanti e visitarli in successione per immergersi ancora di più nella cultura e nella tradizione di questa bellissima zona d’Italia.

Vota questo articolo
(0 Voti)

Newsletter

Sempre informati sulle ultime novità, sulle offerte, sugli eventi, su tutte le iniziative e molto altro ancora.

Tweets

Autentici #borghi con un fascino senza tempo #edenpuglia https://t.co/meWUmbaH6i
Una #Puglia sconosciuta e affascinante, vi aspetta per iniziare un tour emozionante, alla scoperta del periodo medi… https://t.co/ndnghB1F2M
Gravina di Puglia è una delle località nel cuore della #Puglia, che racchiude in seno tesori inesplorati e affascin… https://t.co/i4V3Dkflds
Segui Eden Puglia su Twitter

Post Gallery

Posti da visitare vicino Otranto

Posti da visitare vicino Lecce   

Vacanze in Puglia al mare, dove andare

La Cattedrale di Foggia

Il Duomo di Otranto e i suoi segreti

I Messapi: i primi “salentini” della storia

Il Castello di Taranto, un guardiano della storia

Visitare Accadia

Apricena