Novembre 16, 2018

Viaggi in Daunia: la vacanza al nord della Puglia

Vacanza in Daunia? Beh preparate molti bagagli, perché il territorio della provincia di Foggia è vastissimo!

Poco più di 60, i comuni che si contano lungo la distesa pianeggiante del Tavoliere delle Puglie fino al tondeggiante profilo collinare dei Monti Dauni, l’unica catena montuosa presente nell’intera regione della Puglia.

 

Foggia, capoluogo dauno, è una città storica che nel corso dei decenni ha accolto cambiamenti e vissuto mode, distruzioni e correnti. Il suo circondario, però, è incontaminato, un paesaggio semplice segnato da infiniti campi di grano, vigneti ed ulivi. Solo attraversando queste distese, si raggiunge la pedegarganica, punto di congiuntura settentrionale tra la pianura dauna e le pendici del Gargano.

Ad Apricena e Poggio Imperiale, cava dei marmi, a Torremaggiore, l’antica Castel Fiorentino, a San Paolo Civitate e San Severo, città dell’agricoltura, la pace regna sovrana.

 

Location perfette per una vacanza rilassante, enogastronomica e culturale, dove lasciarsi andare ai saperi e ai sapori della tradizione. Antichi poderi sono oggi accoglienti masserie ed agriturismi di prestigio dall’ottima ospitalità turistica. Un terra particolare che fa amare le sue tradizioni e i suoi prodotti: dai racconti di antiche leggende medievali e barocche alla ricetta segreta del pane e dei vini autentici.

Laddove la natura si mostra fra querce e faggi, la direzione giusta è la montagna. In salita sulla collina preappenninica si colloca Lucera, città d’arte e polo archeologico di rovine romane e sveve, dove spesso si rinnovano appuntamenti storici tra palii medievali e cortei d’epoca federiciana.

 

Vicina vi è la delicata Troia, paese del rosone, fondata da Diomede nel lontano XII secolo a.C. . E da qui sempre più su, per raggiungere la balconata di Volturino, nei pressi della Serritella in affaccio sull’orizzonte appulo-molisano, con lo sguardo che volge fino alle Murge, coinvolgendo anche il quadro azzurro del Golfo di Manfredonia e delle Isole Tremiti. 

L’area racchiude parchi naturali noti come mete ideali per vacanze green, escursioni e gite in famiglia. Pietramontecorvino, paese dalla dura roccia, accoglie un variegato parco avventura, che attraversa numerosi bacini e corsi d’acqua: il fiume Fortore a Roseto Valfortore, sul Preappennino Dauno, e l’Orto dello Zolfo sul Celone, a Castelluccio Valmaggiore, ad esempio, o il Lago Pescara e il Bosco della Cirasa, incastonati tra i borghi di Biccari ed Alberona, sono destinazioni in cui la vacanza oscilla tra natura e cultura.

 

Per non parlare poi dei 6.500 ha del Bosco di Faeto, sui 1.100 m dell’altissimo Monte Cornacchia o del Monte Sario su cui erge Panni, un tempo terra consacrata al pagano dio Pan.

Ciascuno di essi è ammirabile dal suggestivo belvedere della Bisaccia, nel caldo ed accogliente paesino di Celle San Vito. Un paradiso naturale, che vi permetterà di godere ogni dettaglio: la fauna e la flora, ricche di varie specie animali come barbagianni, lupi ed allochi che nascondono il loro sguardo tra le orchidee selvatiche delle foreste.

Nel cuore del Subappennino Dauno, ci si volge verso Sud. La vacanza, qui, avrà una forte contaminazione medievale: ad Accadia e a Monteleone di Puglia, il paese più alto della regione, il paesaggio si fa misterioso e nella boscosità della Selvamala si vedranno spuntare qua e là edifici storici e religiosi di grande spicco, mentre ad Orsara di Puglia la bellezza è sinonimo di buona cucina a km 0: la zucca e le fresche Zanchette del noto chef internazionale Peppe Zullo allieteranno i palati di tutti, anche dei più esigenti. In assoluto da provare almeno una volta! Dopo un pranzo così, ad attendervi i vicini Bovino, Deliceto e Sant’Agata di Puglia, borghi poggiati su montagne longeve, custodi del Castello Ducale, della Torre a Cavaliere, del Castello Normanno-Svevo e di meravigliose botteghe artigianali, da sempre attrazione turistica di maggiore rilievo.

 

Oltre al forte legame con lo spirito religioso, lo sport apre le piste di Rocchetta Sant’Antonio e Candela, destinazioni gettonate per motociclisti e bikeristi. 

Ma chi va in vacanza qui non può che visitare anche Villa Faragola, una splendente residenza tardo romana, ai piedi di Ascoli Satriano, al tempo appartenente alla famiglia aristocratica degli Scipioni Orfiti. Non distante Herdonia, ulteriore testimonianza dell’eco delle città imperiali e delle due battaglie puniche, combattute al fianco dell’alleanza del bellicoso Annibale. 

 

A valle, il tour culinario padroneggia le tavole della Daunia con le saporite mozzarelle e la particolare cacio-ricotta di Stornarella e Stornara. Il confine meridionale del Tavoliere delle Puglie volge lo sguardo a Cerignola per conoscere i tre rosoni e la sua “Bella”, l’oliva più grande d’Italia. E a proposito di olio, prima di salire al Santuario della Madonna dell’Incoronata, ungetevi la fronte di olio benedetto ed immergetevi nel clima mistico della “preghiera dell’unzione”. 

La Daunia è un sali scendi di meraviglie, un paesaggio ondulato accarezzato dal Libeccio, che trascina via con sé l’odore dei frutteti. Un terra ermetica di ricchezze infinite, in cui una sola vacanza non basta per scoprirle tutte! 

Newsletter

Sempre informati sulle ultime novità, sulle offerte, sugli eventi, su tutte le iniziative e molto altro ancora.

Tweets

Il mare cristallino, inaspettato e bellissimo, l’ottima qualità dei servizi offerti e l’impareggiabile fascino di u… https://t.co/w7Lyttmnc5
Proprio sopra la bianca roccia calcarea del #Gargano, a picco sul mare Adriatico, sorge #Vieste: la Perla del Garga… https://t.co/tWbdS3f99b
State programmando le vostre vacanze? Keep calm and go to #Gargano #VacanzenelGargano #EdenPuglia https://t.co/8trQOZT2Le
Segui Eden Puglia su Twitter

Post Gallery

Il Duomo di Otranto e i suoi segreti

I Messapi: i primi “salentini” della storia

Il Castello di Taranto, un guardiano della storia

Visitare Accadia

Apricena

Visitare Ascoli Satriano

Biccari e Alberona

Visitare Bovino

Visitare Candela