Novembre 16, 2018

Weekend nel Salento

Con l’incalzare della bella stagione e del caldo, ci vien già voglia di mare! Per il ponte del 1 maggio, la proposta si avvale di un tour leccese rivolto alla costa adriatica, la zona più ad Oriente della Puglia. 

Da Otranto a Santa Maria di Leuca, si avvisteranno opere barocche, pietre calcaree e grotte di tufo e si attraverseranno belle spiagge ed oasi naturali. Buon viaggio!

Arrivo: venerdì sera nella movida barocca

Il week lungo del ponte del 1 maggio inizierà il venerdì pomeriggio a Lecce, ombelico del Salento. Che sia in bus, in treno o in auto, il capoluogo salentino è un punto di passaggio inevitabile se si è diretti verso le acque cristalline del meridione. Se amate l’arte, allora tanto vale approfittarne! Lecce non si qualifica solo come meta estiva, ma prima di tutto come città d’arte: molti la definiscono la “Firenze del Sud” per l’ampia vastità di tesori barocchi ed eventi culturali che riecheggiano di vita il centro città: pizzica, notte bianca ed altri spettacoli offrono un continuo divertimento nei chiostri del centro.

Una volta lì, vi renderete conto che ogni mattone di pietra locale è testimone di storia greca, romana, bizantina, medievale e rinascimentale. Le vie del centro, infatti, si caratterizzano di luce viva anche di sera: sarà per la movida, il calore della gente o per il colore dorato dei mattoni del Duomo, Palazzo Celestini e dei lucidi colonnati della Chiesa di Sant’Irene e della Basilica di Santa Croce, ma Lecce è davvero magica. Il tour leccese sarà soft in un piacevole passeggio fra gli stretti vicoli ricchi di vetrine e botteghe.

Piazza Sant’Oronzo è irresistibile, non solo per le arcate dell’Anfiteatro romano o per il Castello di Carlo V, ma anche per alcuni localini accattivanti. Un mix di odori davvero fantastico che a volte sa di puccia ed altre di rustico… c’è da perdersi le papille gustative!. Inoltre, Lecce è una delle città pugliesi con ampia offerta di incantevoli strutture ricettive: avete mai dormito su un letto a baldacchino sotto soffitti rococò?

2 giorno: escursione ad Otranto e dintorni

Fatta colazione con latte di mandorla e pasticciotto, il sabato mattina le opzioni sono due: versante Adriatico o litoranea Ionica? In 3 giorni di tour, ritagliamo il giusto tempo verso la vicinissima Otranto, la porta d’Oriente. Durante il viaggio lungo la costa, si godrà dei primi scorci sul mare: a destra la terra rossa della campagna e a sinistra il fondale cristallino. Se vi vien voglia di fare un bagno già a San Cataldo, non trattenetevi. Una volta giunti ad Otranto, la riconoscerete subito: Porta Alfonsina apre l’ingresso sotto le mura difensive. Entrati nel borgo antico, casette, scalinate, botteghe e cortili denoteranno un’atmosfera antica. Non distraetevi, però, gli scorci nascosti sono dietro l’angolo! Poco distante, il Castello Aragonese, simbolo per eccellenza del borgo, oggi sede di importanti spettacoli teatrali ed eventi culturali.


Da questa piazza, poi, ci si volge verso il mosaico pavimentale della Cattedrale Santa Maria Annunziata, contenente la preziosa raffigurazione dell’Albero della Vita… un’opera da non perdere!


La bellezza di Otranto, infatti, è caratterizzata di architetture bizantine e cristiane che hanno contaminato la sua storia. Un tempo nodo di traffici commerciali diretti da Albania e Grecia, la perla dell’Adriatico racconta ancora di crociati in missione verso la Terrasanta: a dimostrarlo le intime chiesette come quella di San Pietro.


Dopo tanta cultura, vi verrà un po’ di fame… perciò vi consigliamo alcuni dei tipici locali della zona dove assaporare ottime terrine e zuppe di pesce fresco. Ma mantenetevi leggeri, perché di sicuro non resisterete alla tranquillità di Torre Serpe e Baia Orte, lì soli sugli scogli a contatto con l’ambiente incontaminato. E se bisogna dirla tutta, qui la natura è di casa: ai Laghi Alimini il birdwatching vien da sé, soprattutto in primavera. Dall’amena Baia dei Turchi proseguirà il tour coast to coast fronte mare, a ridosso delle torri saracene. Oltre al blu dell’orizzonte, un altro colore dominante è il rosso della Cava di Bauxite, raro esempio di un cratere di acqua stagnante.

Verso sera, “rotolando verso sud”, si raggiungerà Santa Cesarea Terme, per una cena romantica nelle grotte di tufo o un bell’aperitivo cool, a suon di musica live in una location liberty, vicine Villa Sticchi e Villa Raffaella. Ovviamente, la notte si trascorrerà qui, magari in un agriturismo immerso nel silenzio della campagna.

3 giorno: mare, spa e relax

Il mattino seguente salutate il mese di aprile con un momento relax fra fanghi, massaggi ed ottimi drink a bordo vasca, nelle piscine naturali d’acqua sulfurea. Le stazioni termali e le spa sono il fiore all’occhiello a Santa Cesarea Terme (https://www.edenpuglia.com/ristorazione-e-divertimento.html), il giusto approdo per rigenerare mente e corpo: una nome, una garanzia! Dopo pranzo, si partirà alla volta delle grotte più belle dell’Adriatico. Sarà uno spettacolo ammirare le diverse sorgenti che alimentano le quattro grotte del paese: Fetida, Solfurea, Gattulla e Solforata.

Nel pomeriggio/serata, riprendete le valigie, perché nell’ultimo tratto del viaggio si raggiungerà l’estremo punto del Tacco d’Italia. Il tramonto sul “dolmen vivente” di Quercia Vallonea, per godere dello splendido spettacolo su “Canale Lu Riu”, nel territorio di Tricase, un piccolo borgo in cui sarà piacevole intrattenersi per la serata sotto i pergolati e la balconate in ferro battuto. 

Per la notte, invece, si farà tappa direttamente a Santa Maria di Leuca, l’ultima destinazione.

4 giorno: lì dove finisce la terra

Il risveglio di lunedì 1 maggio si farà al sole di Leuca, “De finibus terrae”, per dedicare l’intera giornata al mare, alla storia e alle sue bellezze: tipica foto di rito al faro e al famoso Santuario. Punta Meliso, il Ponte del Ciolo, Punta Ristola e Cascata dell’Acquedotto sono i punti strategici dove fare i primi tuffi di stagione.

L’itinerario si conclude qui, ma l’estate è ormai vicina per farvi ritorno!

Newsletter

Sempre informati sulle ultime novità, sulle offerte, sugli eventi, su tutte le iniziative e molto altro ancora.

Tweets

Il mare cristallino, inaspettato e bellissimo, l’ottima qualità dei servizi offerti e l’impareggiabile fascino di u… https://t.co/w7Lyttmnc5
Proprio sopra la bianca roccia calcarea del #Gargano, a picco sul mare Adriatico, sorge #Vieste: la Perla del Garga… https://t.co/tWbdS3f99b
State programmando le vostre vacanze? Keep calm and go to #Gargano #VacanzenelGargano #EdenPuglia https://t.co/8trQOZT2Le
Segui Eden Puglia su Twitter

Post Gallery

Il Duomo di Otranto e i suoi segreti

I Messapi: i primi “salentini” della storia

Il Castello di Taranto, un guardiano della storia

Visitare Accadia

Apricena

Visitare Ascoli Satriano

Biccari e Alberona

Visitare Bovino

Visitare Candela