Stampa questa pagina

I presepi di natale in Puglia

Il Natale in Puglia è legato in modo particolare alla tradizione dei presepi, diffusasi in questo territorio dall’800, quando in ogni famiglia venivano allestite riproduzioni in miniatura della scena della Natività, utilizzando materiali naturali e artigianali.

Si è sviluppata così l’arte presepiale, arrivando ad un alto grado di affinamento artigianale con la lavorazione della cartapesta a Lecce. Fu in questa città infatti che si cominciò a costruire strutture e pupazzi per presepi a base di questo materiale, in forma policroma, trattata a fuoco e drappeggiata su uno scheletro realizzato con fili in ferro.

I presepi artistici sono diventati così una delle caratteristiche natalizie della nostra regione. Da allora la tradizione si è mantenuta fino ai giorni nostri ed è stata esportata anche al di fuori del territorio pugliese. Per andare alla scoperta dei tesori artistici custoditi in Puglia ecco un itinerario per appassionati, che abbraccia quasi tutto il territorio, attraversando  luoghi che conservano gruppi statuari rappresentanti la natività, che  risalgono persino  al XIV e XV secolo.

 Altamura (Bari) - Cattedrale di Maria SS. Assunta. Presepe di Altobello Persio

Cassano Murge (Bari) - Chiesa di Maria SS. degli Angeli. Presepe di Stefano da Putignano

Polignano a Mare (Bari) - Cattedrale di Maria SS. Assunta. Presepe di Stefano da Putignano

Putignano (Bari) - Chiesa di San Pietro Apostolo. Presepe di Stefano da Putignano

Andria (Barletta Andria Trani) - Cattedrale di Maria SS. Assunta. Presepe Ligneo dell’Ottocento

Montalbano di Fasano (Brindisi) - Sito Archeologico. Dolmen con Gesù Bambino

Grottaglie (Taranto) - Chiesa di Maria SS. del Carmine. Presepe di Stefano da Putignano

Galatina (Lecce) - Chiesa di S. Caterina d’Alessandria. Presepe di Nuzzo Barba. È il presepe più antico della Puglia, risalente al XV secolo.

Martina Franca (Taranto) - Basilica di San Martino. Presepe Ligneo dell’Ottocento

Lecce - Museo della Cartapesta. Presepe di Antonio Mazzeo

Torremaggiore (Foggia) - Chiesa del Sacro Cuore. Presepe Poliscenico Antico

Sant’Agata di Puglia (Foggia) - Chiesa di San Nicola. Presepe di Stefano da Putignano

Il paesaggio pugliese, con le numerose grotte carsiche, gli scenari brulli e i borghi abbarbicati sui monti, si presta facilmente a diventare la location giusta per rievocare la Natività.

Numerosi sono i presepi viventi che animano il periodo natalizio, allestiti in grotte e aree naturali, masserie e casolari, sparsi su tutto il territorio della Puglia. Scenografie imponenti e migliaia di figuranti danno vita a una tradizione lunga secoli, adattando molte volte il racconto evangelico al folklore locale, con botteghe di artigiani e prodotti tipici della nostra regione. Dal Gargano alla Valle d’Itria, dal Salento alle Murge, ogni borgo o città ha il suo presepe vivente.

Tra i più famosi, da non perdere è  il Presepe ad Alberobello, allestito tra i trulli; a Crispiano (Taranto), nelle grotte carsiche; a Tricase (Lecce), sul colle Monte Orco, la cui rappresentazione è ricca di valore storico; a Rignano Garganico (Foggia), dove la rappresentazione abbraccia quasi tutto il paese.

I presepi artistici sono diventati così una delle caratteristiche natalizie della nostra regione. Da allora la tradizione si è mantenuta fino ai giorni nostri ed è stata esportata anche al di fuori del territorio pugliese.

Per andare alla scoperta dei tesori artistici custoditi in Puglia ecco un itinerario per appassionati, che abbraccia quasi tutto il territorio, attraversando  luoghi che conservano gruppi statuari rappresentanti la natività, che  risalgono persino  al XIV e XV secolo.

Ti potrebbero interessare anche