Stampa questa pagina

Il sapore del natale in Puglia

Oltre ad essere terra ricca di bellezze paesaggistiche, la Puglia è la culla di tradizioni culinarie apprezzate in tutto il mondo. Durante il periodo di Natale, in modo particolare, l’atmosfera si arricchisce di sapori e odori diversificati.

Il periodo che intercorre tra l’8 dicembre e il 6 gennaio costituisce un momento esclusivo da trascorrere in famiglia. E si sa che le famiglie del sud si distinguono in numerosità e calorosità! È in questi giorni di festa che rivive la tradizione locale, soprattutto quella culinaria, che viene tramandata di generazione in generazione. Nei ricettari delle nonne si ritrovano annotati gli ingredienti per realizzare le particolari ricette natalizie, che si ripetono anno per anno, secondo un copione consolidato.

Ogni città ha le sue ricette e i sui rituali, quasi come un segno distintivo che le differenzia per territorio e tradizione. Il pranzo di Natale, in modo particolare, terrà incollata tutta la famiglia a tavola per diverse ore.

Approfittate  delle vacanze natalizie per assaggiare uno di questi piatti, da cui resterete a dir poco catturati:

Frittelle;

Focaccia pugliese;

Gnocchi fritti (farciti con pomodori e mozzarella, cipolle saltate, capperi, pomodori e tonno, ricotta e formaggi stagionati);

Bollito di cime di rape;

Sugo d’agnello Agnello o salsiccia alla griglia con cime di rapa;

Baccalà in umido con lambascioni (piccole cipolle dal gusto amarognolo, tipiche del territorio, che si trovano sottoterra, allo stato selvatico);

Cuturidd (agnello speziato con verdure cotte per ore in una speciale pentola)

Ogni piatto dovrà essere accompagnato dai pregiati vini del territorio, tra i quali il Primitivo di Manduria, il Nero di Troia, il Negroamaro, il Salice Salentino, il Castel del Monte Aglianico.

Vi sembra abbastanza? Il pranzo non è ancora finito: è l’ora del dessert! La selezione di dolci è vastissima, ma vi consigliamo di non perdere:

Le Cartellate (pasta fritta con miele o vino cotto)

Le Pettole (pasta fritta e poi cosparsa di zucchero a velo)

I Porcedduzzi (piccole palline di pasta con mandorle tritate e miele),

Il Peperato

I Taralli di patate

Insieme ai dolci di dovranno degustare liquori locali come l’Amaro del Gargano, il Limoncello, il Liquore di alloro, l’Ambrosia di arance, l’Ambrosia di limone, L’Arancino, il Liquore di fico d’India e il Liquore di mirto.

Siete pronti? Buon pranzo di Natale a tutti voi!

Ti potrebbero interessare anche