Aprile 22, 2019

Biketour tra i tratturi della transumanza

Un giro in bicicletta tra i luoghi della transumanza, la via che collega la città di Foggia a Borgo Incoronata: il Tratturo Regio Foggia-Ordona-Lavello e il Tratturo Regio San Lorenzo.

Una proposta davvero allettante, per gli amanti del turismo slow. Un itinerario privo di difficoltà, adatto proprio a tutti: un tour entusiasmante, per vivere in mountain bike posti nuovi in qualsiasi stagione dell’anno.  Pedalate in tutta tranquillità nella vastità della pianura. I due tratturi regi di Foggia si riveleranno un museo a cielo aperto: 66km di strade asfaltate, di cui 11km compresi in un percorso ciclabile e pedonale.  I due tratturi sono testimonianza di ciò che  rimane delle antiche diramazioni del Tratturo Magno, che dall’Alto Tavoliere all’Abruzzo collegava Foggia e L’Aquila, una grande strada, al cui termine si diramava per il resto della Capitanata in altre reti minori, a loro volta dirette alle aree rurali di allevamento.

Queste costituivano si tratta le strade della transumanza, utilizzate anticamente, in primavera ed autunno, da centinaia di pastori abruzzesi, per  raggiungere il Tavoliere con i loro greggi, col fine di soggiornarvi lungo l’inverno. Una pratica ormai estinta, che permetteva di foraggiare il bestiame direttamente nelle stalle. Per raggiungere i due tratturi, si partirà dal centro storico del capoluogo dauno,per pedalare all’ombra del Municipio, in direzione Corso Garibaldi, tra gli edifici storici della città. Allo svincolo per Viale Ofanto, vi troverete in prossimità dello Stadio “Pino Zaccheria”, in Viale degli Aviatori. Da qui, lasciatevi alle spalle il grande centro commerciale e svoltate a sinistra, in Via Einaudi.

Niente paura, non rimarrete in città: alla rotonda ecco alla vostra destra Via Gandhi. Ancora qualche pedalata ed ecco a voi il primo tratturo, Foggia-Ordona-Lavello, una lunga strada dritta, immersa nel verde. Parallelo all’alveo del torrente Cervaro è il ponte ferroviario della Stazione di Borgo Incoronata. Qui vi si consiglia di prestare molta attenzione per lo snodo di macchine e treni! Proseguendo solo per 3,6km, eccovi già al tratturo San Lorenzo.

Non sgranate gli occhi: quelle sono proprio querce! Il Parco Regionale, infatti, si contraddistingue per essere uno dei rari boschi radicati in pianura. A valorizzarlo, la chiesa medievale di San Lorenzo in Carmignano e il Santuario dell’Incoronata, noti per i numerosi pellegrinaggi a piedi. I tratturi compresi tra l’area del Borgo Incoronata e Foggia, infatti, sono intrisi di testimonianze storiche ed archeologiche, soprattutto per i ruderi risalenti all’epoca federiciana. Ma non solo… il tour soddisferà anche i vostri palati, con prelibatezze enogastronomiche: Le Regie Masserie Pantano e Giardino saranno felici di accogliervi tra i profumi e i sapori dei prodotti del parco.  

L’escursione termina a ritroso, raggiungendo nuovamente l’incrocio del tratturo San Lorenzo, dove, svoltando a destra, vi rimarranno soltanto 11km per arrivare al centro urbano. 

Insomma, un viaggio nel verde, a pochi passi dalla città. Una full immersion tra le preziosità delle terre di Capitanata. 

Newsletter

Sempre informati sulle ultime novità, sulle offerte, sugli eventi, su tutte le iniziative e molto altro ancora.

Tweets

Alberobello, in provincia di Bari, deve le sue fortune ai trulli, e dal 1996 è considerato Patrimonio dell'Umanità… https://t.co/I4gq4cDpvf
Gravina di Puglia è una delle località nel cuore della Puglia, che racchiude in seno tesori inesplorati e affascina… https://t.co/GJExpL43e4
La storia del #barocco a #Lecce affonda le sue origini tra il XVII e il XVIII secolo, in pieno periodo della Contro… https://t.co/mgAZx6fPMS
Segui Eden Puglia su Twitter

Post Gallery

La Cattedrale di Foggia

Il Duomo di Otranto e i suoi segreti

I Messapi: i primi “salentini” della storia

Il Castello di Taranto, un guardiano della storia

Visitare Accadia

Apricena

Visitare Ascoli Satriano

Biccari e Alberona

Visitare Bovino, cosa vedere e cosa fare