Luglio 07, 2020
Booking.com

Puglia tra IGP e presidi di SLOW FOOD

La Puglia è un territorio variegato nel paesaggio, nel clima e di conseguenza nelle coltivazioni.

Da sempre i contadini l'hanno saputo valorizzare, godendo dei suoi frutti nel rispetto dei luoghi, delle stagioni e delle tradizioni agricole. La cucina pugliese vanta grandi eccellenze nel panorama gastronomico italiano e il suo segreto sta proprio nell'uso dei prodotti più genuini delle sue terre. Non è un caso, quindi, che Slow Food abbia riconosciuto ben otto presìdi pugliesi.

Siamo nel caldo Sud e tra la frutta non possono certo mancare gli agrumi. Slow Food tutela quelli del Gargano, gli unici coltivati lungo la costa dell'Adriatico e presenti tutto l'anno con qualità a diverse maturazioni. A fianco di arance bionde e limoni, troviamo poi le albicocche di Galàtone e le mandorle di Toritto. Quando si parla di ortaggi, ecco che Slow Food ha scelto di valorizzare due tipologie di pomodoro: il fiaschetto di Torre Guaceto e il pomodoro regina di Torre Canne, che deve il suo nome proprio alla forma simile a quella di una piccola corona.

L'acqua dolce della falda acquifera di Acquaviva delle Fonti rende le sue terre perfette per la coltivazione della dolcissima cipolla d'Acquaviva. Infine, tra i presìdi ortofrutticoli troviamo la tavolozza di gialli, arancioni e viola delle prelibate carote variopinte di Polignano a Mare. Si tratta di prodotti di origini antiche che dopo momenti bui hanno ritrovato nuova vita attraverso la tutela e la valorizzazione delle tecniche di coltivazione e del territorio.

Le indicazioni e le denominazioni geografiche protette hanno un altrettanto nobile scopo: legare indissolubilmente i prodotti alla terra da cui nascono e garantire l'unicità di quel sapore inimitabile. Ricca di oliveti, la Puglia annovera ben cinque oli extravergini di oliva DOP (collina di Brindisi, Dauno, Terre d'Otranto, Terre di Bari e Terre Tarentine), oltre alla Bella della Daunia, un'oliva DOP polposa e saporita.

Frutti e ortaggi a marchio IGP – ingredienti alla base delle ricette più buone della tradizione culinaria regionale – sono il carciofo brindisino, la cipolla bianca Margherita, coltivata lungo la fascia adriatica di Santa Margherita di Savoia, le succose clementine del Golfo di Taranto e infine la varietà da tavola dell'uva di Puglia.

Tweets

Autentici #borghi con un fascino senza tempo #edenpuglia https://t.co/meWUmbaH6i
Una #Puglia sconosciuta e affascinante, vi aspetta per iniziare un tour emozionante, alla scoperta del periodo medi… https://t.co/ndnghB1F2M
Gravina di Puglia è una delle località nel cuore della #Puglia, che racchiude in seno tesori inesplorati e affascin… https://t.co/i4V3Dkflds
Segui Eden Puglia su Twitter

Post Gallery

Posti da visitare vicino Otranto

Posti da visitare vicino Lecce   

Vacanze in Puglia al mare, dove andare

La Cattedrale di Foggia

Il Duomo di Otranto e i suoi segreti

I Messapi: i primi “salentini” della storia

Il Castello aragonese di Taranto, un guardiano della storia

Visitare Accadia, cosa vedere e cosa fare

Visitare Apricena, cosa vedere e cosa fare