Luglio 19, 2019
Booking.com

L'antica storia di Vieste si tramanda attraverso i propri monumenti e le chiese che impreziosiscono i diversi scorci di questo caratteristico paese da scoprire sotto ogni suo aspetto.

La Basilica di Santa Maria Assunta

Detta anche Concattedrale o Duomo, la chiesa più importante del centro abitato di Vieste, è un edificio costruito durante l'epoca medievale, risalente all'anno 1000. Il fascino della Basilica aumenta grazie al contesto circostante del centro storico, con le sue piccole strade pavimentate e i vicoli assolati. Il corpo principale della Basilica compresa la facciata, è composto da linee semplici e pulite, tipiche dello stile romanico pugliese. Il campanile è un aggiunta più tarda, l'architettura baroccheggiante si inserisce armoniosamente nel complesso dell'intera struttura ed è databile al 1772.

Nell'arco dei secoli sono varie le vicissitudini che hanno coinvolto e modificato l'aspetto originale. Le incursioni delle popolazioni saracene oppure i fenomeni naturali dei terremoti, hanno trasformato con il tempo il volto della Cattedrale di Vieste. La pianta è suddivisa in tre navate e richiama le forme della croce latina.

cattedrale di vieste

Originariamente l'abside centrale era accompagnata da altre due semicircolari, poste sui lati laterali. I successivi rimaneggiamenti portarono alla realizzazione di due cappelle, quella del Santissimo Sacramento e quella della Santissima Trinità.

cappella santissimo sacramento

Venne aggiunto anche il coro, realizzato in materiale ligneo. Le tre navate sono suddivise nello spazio da delle colonne, con capitelli cubici alternati da capitelli dorici e sono decorate con diversi motivi naturalistici, appartenenti al periodo bizantino chiaramente influenzato dallo stile islamico.

Il soffitto è stato accuratamente affrescato da artisti della scuola napoletana e si caratterizza per la tecnica pittorica della tempera. Tre tele sono abilmente incastonate nel tetto e richiamano i personaggi religiosi radicati nel territorio. In una è presente la Madonna Assunta da cui prende il nome la Basilica, nella seconda è raffigurato San Michele Arcangelo, protettore della zona del Gargano mentre la terza è dedicata al patrono del paese, San Giorgio. Le opere d'arte da ammirare non mancano, nella Cappella di San Michele arcangelo nella navata destra, si può apprezzare la Statua del Gesù morto che riprende la scultura michelangiolesca.

cattedrale vieste

La Cappella della Vergine di Merino posta sullo stesso lato, conserva una preziosa statua in legno della Madonna. All'interno della Cappella del Rosario situata nella navata sinistra, si trova la pregevole pala del pittore Michele Manchelli, conosciuta per la celebrazione della Madonna del rosario con Santi, completa di quindici pannelli, viene datata alla seconda metà del XVI secolo. 

Il Convento e la Chiesa di San Francesco

Sempre nel centro storico di Vieste, nel lato orientale del paese si trova la Chiesa di San Francesco, inserita in un splendido contesto ambientale roccioso a ridosso del mare. Anche in questo caso la testimonianza storica di questo complesso architettonico si rifà alle storiche vicende accadute nei secoli passati.  La luce del sole e il riflesso del mare donano alla facciata semplice della chiesa un aspetto luminoso e cangiante. In origine il convento portava il nome di Santa Caterina d’Alessandria ed era stato voluto dal conte stabulo Algracio insieme alla consorte Narda, nel 1438.

chiesa san francesco

chiesa san francesco

La struttura fu abitata inizialmente dalla monache Clarisse ma alla fine dello stesso secolo venne demolita durante il famoso assedio, avvenuto nel mese di luglio nell'anno 1480 che vide la vittoria dei mussulmani e il conseguenziale saccheggio della cittadina. Nel XVI secolo la chiesa in totale abbandono viene ripresa e sistemata dai frati francescani giunti a Vieste che costruiscono anche un piccolo convento e diventano da quel momento parte integrante della vita religiosa del paese. L'edificio è composto da un'unica navata e sei cappelle disposte lateralmente. La caratteristica principale da ammirare è il tetto a capriate restaurato di recente. Inoltre, sono diverse le tele settecentesche che decorano le pareti. 

La Chiesa di Santa Croce

chiesa santa croce

A nord del centro storico di Vieste nell'Ottocento si sviluppa il nuovo quartiere di Santa Croce. L'omonima chiesa risale a quel periodo ed è composta da una navata. La torre campanaria attira l'attenzione, infatti è l'unico elemento finemente decorato nei dettagli in cui spicca il contrasto tra il marmo e la pietra tufacea. Gli interni si caratterizzano per le linee semplici e per l'utilizzo del marmo policromo che incornicia il crocifisso posto sopra l'altare. Sulle pareti laterali sono disposte le statue di San Rocco e San Nicola, importanti figure protettrici di questi territorio la cui fede trova antichi legami con la tradizione e la storia non solo di Vieste e del Gargano ma dell'intero territorio della Puglia.

Newsletter

Sempre informati sulle ultime novità, sulle offerte, sugli eventi, su tutte le iniziative e molto altro ancora.

Tweets

Autentici #borghi con un fascino senza tempo #edenpuglia https://t.co/meWUmbaH6i
Una #Puglia sconosciuta e affascinante, vi aspetta per iniziare un tour emozionante, alla scoperta del periodo medi… https://t.co/ndnghB1F2M
Gravina di Puglia è una delle località nel cuore della #Puglia, che racchiude in seno tesori inesplorati e affascin… https://t.co/i4V3Dkflds
Segui Eden Puglia su Twitter

Post Gallery

Posti da visitare vicino Otranto

Posti da visitare vicino Lecce   

Vacanze in Puglia al mare, dove andare

La Cattedrale di Foggia

Il Duomo di Otranto e i suoi segreti

I Messapi: i primi “salentini” della storia

Il Castello di Taranto, un guardiano della storia

Visitare Accadia, cosa vedere e cosa fare

Visitare Apricena, cosa vedere e cosa fare