Agosto 21, 2019
Booking.com

Nell'Area Marina Protetta di Porto Cesareo, l'attività principale è la pesca, e molti appassionati di questa pratica sportiva, si recano proprio in questa zona, per cimentarsi con i diversi tipi di pesca.

Essendo un'area protetta, la pesca è consentita solo in alcuni punti;  l'area, infatti, si divide in tre zone: A, B e C

Nella zona A che va da Torre Sant'Isidoro a Località Casa Giorgella, è vietata qualsiasi genere di pesca, anche quella con la canna dalla riva (surfcasting); nella zona B che va da Torre Sant'Isidoro a Porto Cesareo, è interdetta la pesca subacquea, mentre è consentita quella sportiva secondo le regole imposte dall'Ente di Gestione; infine c'è la zona C, che si trova in mare aperto,  dove ci sono poche restrizioni e si possono praticare vari tipi di pesca.

Tutto questo per garantire la tutela del territorio, e offrire ai turisti un ambiente incontaminato; visitando il sito web dell'Area Marina Protetta Porto Cesareo, è possibile informarsi meglio sulle restrizioni e regolamenti del luogo e scaricare la cartina delle diverse zone interdette alla pesca sportiva. Tra le mete più frequentate del Salento, per la pesca sportiva, c'è sicuramente Torre Sant'Isidoro. 

Qui si pratica la pesca da riva (surfcasting) per pescare il cefalo. Il cefalo è un pesce molto diffuso nelle acque dell'Area Marina Protetta di Porto Cesareo, lo si trova esclusivamente vicino alla riva ad una profondità che va dai due metri ai tre metri e mezzo; chiunque si può divertire a pescare questo pesce, basta infatti una bolognese da cinque metri ed un mulinello taglia duemila.

Nella zona antica di Gallipoli c'è una delle spiagge più belle e famose, la spiaggia della Purità; questo tratto di spiaggia è molto frequentato dai pescatori, che con la tecnica del surfcasting pescano orate abbastanza grandi, che possono arrivare fino ai due chili, oltre ai numerosi cefali.

Santa Cesarea Terme invece si trova dalla parte del Mar Adriatico ed è una famosa località per la presenza di grotte e di anfratti marini. Il mare è molto profondo sin dalla riva, per questo motivo viene praticata la pesca a fondo, per pescare pesci di scogliera come gli scorfani, i verdoni, le donzelle e i fanni.

Newsletter

Sempre informati sulle ultime novità, sulle offerte, sugli eventi, su tutte le iniziative e molto altro ancora.

Tweets

Autentici #borghi con un fascino senza tempo #edenpuglia https://t.co/meWUmbaH6i
Una #Puglia sconosciuta e affascinante, vi aspetta per iniziare un tour emozionante, alla scoperta del periodo medi… https://t.co/ndnghB1F2M
Gravina di Puglia è una delle località nel cuore della #Puglia, che racchiude in seno tesori inesplorati e affascin… https://t.co/i4V3Dkflds
Segui Eden Puglia su Twitter

Post Gallery

Posti da visitare vicino Otranto

Posti da visitare vicino Lecce   

Vacanze in Puglia al mare, dove andare

La Cattedrale di Foggia

Il Duomo di Otranto e i suoi segreti

I Messapi: i primi “salentini” della storia

Il Castello di Taranto, un guardiano della storia

Visitare Accadia, cosa vedere e cosa fare

Visitare Apricena, cosa vedere e cosa fare