Ottobre 15, 2019
Booking.com

Visitare Rignano Garganico, cosa vedere e cosa fare

Rignano Garganico è un piccolo comune in provincia di Foggia, che sorge arroccato su una collina a 600 metri di altezza.

Grazie alla splendida vista panoramica, che questo paesino offre ai suoi abitanti e ai suoi visitatori, è definito il "balcone della Puglia", in quanto si affaccia non solo sul Tavoliere, ma da qui è possibile anche intravedere le colline del Subappennino, l'Adriatico e la Maiella. Il territorio è ricco di monumenti e luoghi di interesse storico culturale, e offre anche numerosi itinerari naturalistici, essendo Rignano Garganico parte del Parco Nazionale del Gargano.

Dal punto di vista storico-culturale, le principali attrazioni che questa cittadina offre ai turisti sono il Palazzo Baronale, la Chiesa Madre e il Santuario medievale. Il Palazzo Baronale sorge sulle basi di un antico castello medievale, di cui è rimasta solo una torre e alcuni resti delle cinta murarie.

palazzo baronale

La Chiesa Madre è dedicata a Maria Santissima Assunta. La chiesa si trova nel centro storico del paese ed è una struttura di origine paleocristiana e al suo interno sono conservati alcuni dipinti di Nicola Penati.

chiesa madre di cristo

Il Santuario si trova poco fuori dal centro abitato di Rignano ed è immerso tra gli ulivi e la vegetazione. E' un luogo particolarmente frequentato, soprattutto durante il periodo di Pasqua, quando in onore della festa della Madonna col bambino, gli abitanti fanno delle scampagnate e dei picnic nei dintorni del Santuario. Da non perdere, durante le festività natalizie, è il Presepe vivente organizzato dagli abitanti di Rignano Garganico. 

Si tratta del più grande e importate presepe vivente del sud Italia e ogni anno attira numerosi curiosi e turisti. In occasione del Natale, la cittadina si trasforma in un piccolo borghetto medievale, dove vengono allestite le antiche botteghe artigiane e tutte le viuzze si riempiono dei profumi dei piatti tipici e dei dolci natalizi.

presepe vivente

Molto apprezzati dai turisti sono gli itinerari naturalistici all'interno del Parco Nazionale del Gargano. Partendo da Rignano Garganico infatti esiste un percorso, abbastanza semplice da percorrere, adatto sia ai gruppi che alle famiglie, che arriva fino a Dolina Centopozzi.

dolina centopozzi

Si tratta di una dolina carsica che prende il nome "Centopozzi" dai pozzi artificiali che l'uomo aveva costruito in questa zona e che venivano utilizzati come cisterne d'acqua. Il percorso dura circa 3 ore ed è consigliabile indossare abiti da trekking e munirsi di macchina fotografica, in modo da poter immortalare questo splendido paesaggio.

Un altro itinerario interessante va da Rignano a Grotta Paglicci, uno dei siti preistorici più importanti del mondo. All'interno di questa grotta si possono scorgere dei graffiti risalenti al paleolitico. Alcune pitture rupestri invece sono state recuperate e trasferite presso la mostra-museo di Rignano Garganico e la Soprintendenza archeologica di Taranto. La Grotta rappresenta una testimonianza della vita e delle abitudini dell'Homo Erectus, dell'Homo di Neanderthal e dell'Homo Sapiens, che hanno dato origine alla civiltà garganica.

grotta-paglicci

graffito

Nei pressi di questa grotta, è stata scoperta una grotta, definita Grotta dei Pilastri, nella quale si trovano numerose stalagmiti e stalattiti, e si pensa che potesse essere un luogo sacro o un luogo di riserva d'acqua

grotta-pilastri

L'escursione è guidata dalle guide del Centro Studi Paglicci, che vi condurranno da Rignano verso il vallone Settepende, da cui potrete godere di una vista mozzafiato del Tavoliere. Al di sotto del centro abitato di Rignano, si trova una falesia, che è una delle mete più richieste dagli appassionati di arrampicata. 

Questa splendida scarpata è dotata di pareti attrezzate per praticare questo sport e da qui è possibile giungere fino alle grotte che si nascondono lungo queste pareti. Questa falesia si staglia dalla montagna verdeggiante e scende a strapiombo sul mare, un panorama davvero da mozzare il fiato.

Uno dei luoghi più paesaggistici di questa località è il Belvedere la Croce, da cui osservare non solo il Tavoliere, ma anche il Golfo di Manfredonia e l'Appennino. Su questo Belvedere sorge la pista di lancio dei deltaplani. Grazie infatti ai forti venti della zona, Rignano si presta per la pratica del volo libero, che ogni anno richiama tantissimi sportivi appassionati di deltaplano e parapendio. 

belvedere

Rignano Garganico è una località che accontenta tutte le tipologie di turista, grazie alla sua tradizione religiosa, storica e culturale e anche grazie alla sua posizione favorevole all'interno del Parco Nazionale del Gargano.

Booking.com
Booking.com

booking.com

Newsletter

Sempre informati sulle ultime novità, sulle offerte, sugli eventi, su tutte le iniziative e molto altro ancora.

Tweets

Autentici #borghi con un fascino senza tempo #edenpuglia https://t.co/meWUmbaH6i
Una #Puglia sconosciuta e affascinante, vi aspetta per iniziare un tour emozionante, alla scoperta del periodo medi… https://t.co/ndnghB1F2M
Gravina di Puglia è una delle località nel cuore della #Puglia, che racchiude in seno tesori inesplorati e affascin… https://t.co/i4V3Dkflds
Segui Eden Puglia su Twitter

Post Gallery

Posti da visitare vicino Otranto

Posti da visitare vicino Lecce   

Vacanze in Puglia al mare, dove andare

La Cattedrale di Foggia

Il Duomo di Otranto e i suoi segreti

I Messapi: i primi “salentini” della storia

Il Castello di Taranto, un guardiano della storia

Visitare Accadia, cosa vedere e cosa fare

Visitare Apricena, cosa vedere e cosa fare