Stampa questa pagina

Visitare Manduria, cosa vedere e cosa fare

Manduria, con circa trentamila abitanti, sorge all’interno del territorio delle Murge tarantine, in un triangolo che include anche Brindisi e Lecce.

Famosa per la produzione dell'olio e del rinomato vino Primitivo di Manduria DOC, la sua fama ha varcato i confini nazionali. Proprio in questa zona si sviluppò l’arcaica civiltà dei Messapi. L’etimologia del suo nome deriva da mandus, che in lingua messapica significa "cavalli", di cui questa etnia era esperta allevatrice. Manduria è una città ricca di fascino - varie volte distrutta nel passato, ma sempre ricostruita ed sempre in conflitto con l’allora potente città di Taranto, fu un'antica città messapica, cinta da fossati e possenti mura megalitiche.

Le poderosa mura megalitiche - a ragione denominate ciclopiche - che circondano i resti di un fossato protettivo che incorniciava l’abitato, il Fonte Pliniano (che ha originato lo stemma cittadino), il castello Imperiali-Filotico che domina piazza Garibaldi, il Ghetto ebraico proprio nel centro cittadino, nonché molti palazzi fatti erigere da nobili e da ricchi borghesi, fanno di Manduria un centro di interesse storico e culturale. 

Il Fonte Pliniano, si trova nell'area archeologica, all'interno di una cavità sotterranea, posizionata al di sotto di una vene di calcarenite. La grotta ha una forma semisferica, con un diametro di diciotto metri, altezza di nove metri, e al cui centro, si trova una vasca che raccoglieva le acque. Infatti, il Fonte Pliniano, era quasi certamente adibito al culto di un Nume del Pantheon messapico, e con tutta probabilità una divinità delle acque. Grazie ai ritrovamenti di manufatti di ceramica, si è potuto stabilire che sin dal VI secolo a.C. la grotta era frequentata dalla popolazione messapica.

All'interno del Parcheologico di Manduria si possono visitare inoltre la chiesa ipogea di San Pietro Mandurino e le varie cinte murarie. Nel centro storico cittadino, merita una visita la Collegiata, ossia la Chiesa Madre, realizzata in stile romanico, il convento di San Francesco, una vera perla rinascimentale, e la Torre dell'Orologio. 

chiesa madre

chiesa madre

Manduria dispone anche di una bellissima fascia costiera sulla litoranea salentina che va da San Pietro in Bevagna fino a Torre Colimena e Torre Borraco dove potrete trascorrere delle bellissime giornate balneari e gli amanti della natura possono alternare il mare a escursioni naturalistiche all'interno dell’area protetta dei Boschi di Rosamarina e Cuturi.

Ti potrebbero interessare anche