Marzo 26, 2019

Borgo marittimo in provincia di Bari, Giovinazzo è un luogo fortemente legato al passato e alle sue tradizioni. Una località turistica da scoprire con vivo interesse, e capace di offrire ai visitatori tante attrazioni.

La natura da queste parti è davvero particolare: le acque limpide del mare, le coste pulite e le spiagge attrezzate sono un biglietto da visita di tutto rispetto. Non a caso il mare di Giovinazzo è tra quelli preferiti della provincia di Bari. Ma la splendida natura non è l'unica attrazione di Giovinazzo, perché il borgo si distingue anche per i molti tesori storici – artistici meravigliosamente nascosti tra case e piazzette.

piazza
Tante le tracce del passato come l'Arco di Traiano, l'imperatore che ai tempi dei romani avrebbe fatto rinforzare la cinta difensiva, è ancora oggi una delle antiche porte della città. La cattedrale di Santa Maria Assunta è invece uno dei vanti maggiori del borgo, una bella architettura imponente dalle linee sontuose e costruita in stile romanico pugliese: uno stile che si fonda alla perfezione con alcuni elementi normanni ed orientali. 

cattedrale

cattedrale

giovinazzo
All'interno troviamo la tavola duecentesca della Madonna di Corsignano, alcuni arredi liturgici medievali, la cripta romanica e tanto altro ancora. La arcate e i finestroni scolpiti sono altri aspetti che colpiscono in modo particolare gli sguardi attenti dei turisti. Una volta a Giovinazzo meglio non perdere l'occasione per scoprire le bellezze del maestoso convento dei Padri Domenicani. Edificato nel 1703 ad opera di Giuseppe Buonomo, in origine il complesso era di grandissime dimensioni, fatto di centinaia di ambienti. Anche la chiesa dello Spirito Santo presenta diversi aspetti interessanti ed è caratterizzata dal suo particolare sistema di copertura che ricorda i trulli.

Restando in tema, un'altra chiesa che vale la pena vedere è quella di Santa Maria di Costantinopoli.

madonna di costantinopoli

Alcuni dei pezzi pregiati della chiesa sono la statua di S. Cristoforo e il suggestivo dipinto di San Michele. A questi eccellenti monumenti di culto vanno aggiunti alcuni palazzi civili di altrettanto interesse, tra i quali sono sicuramente da segnalare il Palazzo Ducale e il Palazzo Severo Vernice. Il primo è un grandioso palazzo edificato sui resti della cinta muraria che, sul lato rivolto verso il mare, offre un' imponente balconata in pietra, mentre il secondo, dimora dei nobili Vernice, presenta un'elegante facciata medievale.

Inoltre, il borgo marittimo è oggi un importante centro della movida barese. Tanti i giovani che la sera raggiungono Giovinazzo per trascorrere qualche ora in uno dei molti locali del borgo antico, mentre molte sono le famiglie a preferire i ristoranti della zona per gustare le specialità di pesce. Ma un modo per respirare l'atmosfera particolare e vivere intensamente le tradizioni di Giovinazzo è quello di partecipare a uno degli eventi organizzati nel corso dell'anno. Manifestazioni dove provare anche le pietanze tipiche del posto, magari da abbinare a un buon bicchiere di vino. La Sagra del Fiorone che si svolge a giungo, e la Sagra del Panino della Nonna in programma nel mese di agosto, per i buongustai sono delle occasioni imperdibili. 

borgo
Nel corso di questi eventi vengono valorizzate le prelibatezze locali, prodotti tradizionali inevitabilmente legati al territorio. Prendere parte ad una sola di queste manifestazioni significa condividere insieme alla gente del posto l'atmosfera festosa, resa coinvolgente dai molti artisti di strada e dai vari spettacoli canori e di danza.

Per i giovani, invece, l'evento cult dell'estate è il Giovinazzo Rock Festival, una manifestazione gratuita che si svolge l'ultimo fine settimana di luglio e che ospita ogni anno artisti importanti del rock italiano e internazionale.


Anche i dintorni sono belli, nel giro di pochi chilometri troviamo le fascinose Bitonto, Ruvo di Puglia e Molfetta, con il suo bellissimo borgo antico. Fare qualche chilometri in più basterà per visitare Castel del Monte, l'edificio del XIII secolo situato su una collina della catena delle Murge. Un bellissimo castello inserito nell'elenco dei monumenti dei patrimoni dell'umanità dell'Unesco.

Newsletter

Sempre informati sulle ultime novità, sulle offerte, sugli eventi, su tutte le iniziative e molto altro ancora.

Tweets

Alberobello, in provincia di Bari, deve le sue fortune ai trulli, e dal 1996 è considerato Patrimonio dell'Umanità… https://t.co/I4gq4cDpvf
Gravina di Puglia è una delle località nel cuore della Puglia, che racchiude in seno tesori inesplorati e affascina… https://t.co/GJExpL43e4
La storia del #barocco a #Lecce affonda le sue origini tra il XVII e il XVIII secolo, in pieno periodo della Contro… https://t.co/mgAZx6fPMS
Segui Eden Puglia su Twitter

Post Gallery

La Cattedrale di Foggia

Il Duomo di Otranto e i suoi segreti

I Messapi: i primi “salentini” della storia

Il Castello di Taranto, un guardiano della storia

Visitare Accadia

Apricena

Visitare Ascoli Satriano

Biccari e Alberona

Visitare Bovino, cosa vedere e cosa fare