Gennaio 28, 2020
Booking.com

Visitare Putignano, cosa vedere e cosa fare

Famosa per il suo Carnevale  (incomincia il 26 dicembre con le Propaggini per terminare nel tradizionale martedì grasso dopo la sfilata), Putignano ubicata su tre colli calcarei nella Murgia.

Putignano sviluppa il suo nucleo urabano, all’interno del centro storico che si dirama dalla piazza principale in un reticolo di viuzze strette e tortuose.

Nel centro cittadino, cinto da un Estramurale, che corrisponde alla arcaica cinta muraria, si trova il Borgo antico, il cui tessuto urbano conserva la tipica conformazione medioevale, densa di palazzi nobiliari e di siti religiosi come chiese e conventi. Tutto fa capo a Piazza Plebiscito, la piazza principale, dominata dalla Chiesa Madre risalente al XII secolo, (dedicata a San Pietro è stata rimaneggiata fino al XVIII secolo)  e dal palazzo che, in epoca medioevale, era sede dei Cavalieri di Malta. Sempre con affaccio sulla piazza si trova il cosiddetto ‘Sedile’ che, in tempi remoti, era la sede del locale governo cittadino, con un bell’orologio e lo stemma della città sulla facciata.

Sempre nel centro storico, ci sono la chiesa di Santa Maria la Greca, il monastero della chiesa di Santa Chiara dov’è possibile ammirare notevoli esempi di architettura religiosa. E poi ancora le piccole chiese di Santo Stefano, La Maddalena, San Lorenzo, Santa Maria di Costantinopoli. Poco distante dal Borgo Antico si può visitare l'attuale Municipio, un tempo convento dei Carmelitani,  Palazzo Romanazzi,  che oggi è occupato dal Museo civico nel quale solo raccolte tele seicentesche e del XVIII secolo, oltre che arredi in perfetto stile rococò.

Fuori Putignano si può visitare la Grotta del Trullo, distante soltanto un chilometro dal centro storico sulla strada statale per Turi. E’ questa la prima grotta turistica in Puglia ed è ubicata nelle adiacenze della folkloristica area dei trulli. Una studiata illuminazione consente di vedere incredibili concrezioni di alabastro dai colori pastello che vanno dal rosa al bianco anche se, lo spettacolo inatteso è quello che si gode entrando all’interno della grotta.

E’ famoso in tutto il mondo per la sua durata e per le sue origini remote: parliamo del Carnevale di Putignano il cui inizio comincia con l’arcaica tradizione della Propaggine. La leggenda narra che dei contadini di Putignano, che stavano piantando delle viti, vedendo il sacro corteo del 26 dicembre, si unirono alla processione ballando e cantando, formando versi in rima baciata.

Farinella è la maschera rappresentativa del carnevale e ‘nasce’ solo agli inizi degli anni cinquanta. La si riconosce perché ha l'aspetto di un jolly, vestito con un abito a toppe colorate e con dei campanellini fissati sulle tre punte del suo cappello, sulla collarina e sulle scarpe. Per il Carnevale, Putignano lavora quasi tutto l’anno per realizzare, con sculture in cartapesta, grandissimi e bellissimi carri allegorici; opera di mastri artigiani, che hanno fatto di questa tradizione una vera arte nella quale, Putignano è divenuta un centro d’eccellenza.

booking.com

Newsletter

Sempre informati sulle ultime novità, sulle offerte, sugli eventi, su tutte le iniziative e molto altro ancora.

Tweets

Autentici #borghi con un fascino senza tempo #edenpuglia https://t.co/meWUmbaH6i
Una #Puglia sconosciuta e affascinante, vi aspetta per iniziare un tour emozionante, alla scoperta del periodo medi… https://t.co/ndnghB1F2M
Gravina di Puglia è una delle località nel cuore della #Puglia, che racchiude in seno tesori inesplorati e affascin… https://t.co/i4V3Dkflds
Segui Eden Puglia su Twitter

Post Gallery

Posti da visitare vicino Otranto

Posti da visitare vicino Lecce   

Vacanze in Puglia al mare, dove andare

La Cattedrale di Foggia

Il Duomo di Otranto e i suoi segreti

I Messapi: i primi “salentini” della storia

Il Castello aragonese di Taranto, un guardiano della storia

Visitare Accadia, cosa vedere e cosa fare

Visitare Apricena, cosa vedere e cosa fare