Ottobre 24, 2019
Booking.com

Visitare Locorotondo, cosa vedere e cosa fare

La Puglia è un concentrato d'arte, cultura, tradizioni, paesaggi naturali mozzafiato, itinerari religiosi e borghi antichi.  Borghi meravigliosi e tra i più belli d'Italia come quello di Locorotondo, località tutta da scoprire e da visitare con occhio particolare per viverla in tutte le sue uniche sfaccettature.

Un paese spiccatamente caratterizzato dalle case sormontate dal tetto a due spioventi, chiamato localmente cummerse.

Un pittoresco scenario, un posto molto suggestivo della Terra dei Trulli che nel corso degli anni ha mantenuto intatta buona parte della sua originaria architettura. 

locorotondo
Un paese dalla forma rotonda, una rara peculiarità che ha dato origine al suo nome. Locorotondo è un susseguirsi di angoli raccolti, piccoli archi e viuzze che difficilmente lasciano indifferenti i visitatori.

Dall'alto del suo belvedere, viene spontaneo lasciarsi incantare dallo spettacolare territorio caratterizzato per lunghi tratti da macchie di bosco, vigneti, uliveti, dai trulli sparsi nelle contrade e da antiche masserie. 

Emozioni infinite regalate anche dal bianco della calce che colora quasi ogni cosa e che bene si sposa con le architetture barocche in pietra locale. Un borgo antico tranquillo, ordinato, molto grazioso e impreziosito dalle diverse testimonianze di fede e arte.

Lungo le strade del borgo si snoda un percorso con tanti luoghi di interesse, in grado di catturare le attenzioni dei turisti.

locorotondo
La Chiesa Madre, dedicata a San Giorgio, ha una bella facciata e una pianta articolata. La facciata presenta anche un'opera con la raffigurazione di San Giorgio con il drago e, agli angoli, le statue di San Pietro e San Paolo. Anche l'interno è coinvolgente, con alcuni altari barocchi e una serie di tele di valore.

chiesa madre locorotondo

La cripta, poi, ospita i resti di sepolture ottocentesche e un tesoro di argenti. Un altro monumento di culto religioso di una certa rilevanza è la Chiesa della Madonna della Greca, un edificio molto antico con una serie di elementi architettonici di forte richiamo. Fatta costruire da un principe di Taranto, la chiesa presenta tre navate caratterizzate da colonne con tratti medievali. Sull'altare intitolato alla Madonna delle Rose si trova la statua di San Giorgio a cavallo che uccide il drago. Di piccole dimensioni ma ugualmente bella è la Chiesa di San Nicola, con la sua copertura ispirata ai trulli.

chiesa madre
Da Piazza Vittorio Emanuele II, dalla parte di porta Napoli, è possibile vedere le vecchie mura con un arco a forma di luna. Prima di lasciare la zona si consiglia una visita al Palazzo Comunale, attualmente adibito a Biblioteca. Piacevole anche una passeggiata nel bel giardino pubblico di Villa Garibaldi, dove poter ammirare l'imponente statua dedicata a Vittorio Emanuele II e il Monumento ai Caduti. Invece, con un giro per via Nardelli si ha la possibilità di girare esternamente intorno al borgo e apprezzare in questo modo tratti di architettura pressoché intatti.

vocoli
Non mancano a Locorotondo i momenti di festa durante i quali le strade cittadine vengono illuminate dalle speciali luminarie e animate da vari spettacoli. Cose che puntualmente accadono ogni anno quando nel mese di aprile ricorre la festa del protettore del paese, San Giorgio Martire. In questa occasione si dà ampio spazio ai concerti bandistici e ai diversi spettacoli di arte pirotecnica. Trattandosi di una festa religiosa grande risalto viene dato alla processione, con il simulacro di San Giorgio che si snoda per le vie del paese: un momento molto atteso dalla gente di Locorotondo.

locorotondo

Ma il primato della festa religiosa più importante del borgo spetta a quella patronale di San Rocco. Un evento che si svolge ad agosto e che chiama a raccolta l'intera popolazione e tanti curiosi. Anche questa manifestazione è caratterizzata da fuochi d'artificio, concerti bandistici, dalla grande fiera di bestiame e dalla processione solenne in onore di San Rocco. Una processione molto toccante con la statua del Santo portata per le vie del centro storico e accompagnata dagli spari di botti.

Il borgo conserva una vocazione vitivinicola secolare che ha favorito la produzione di vini bianchi eccellenti, basti pensare al celebre Bianco Locorotondo doc: il vino di Locorotondo è un vino ideale per gli antipasti, ma particolarmente indicato anche per crostacei e pesci. Vini da gustare insieme ai tanti piatti tipici della zona, legati alle antiche tradizioni pugliesi: dalle famose orecchiette alle cime di rapa alla carne cotta in forni a carbone, dai formaggi agli involtini di trippa d'agnello. Tutti prodotti genuini che, una volta a Locorotondo, vale la pena assaggiare.

Booking.com

booking.com

Booking.com

Newsletter

Sempre informati sulle ultime novità, sulle offerte, sugli eventi, su tutte le iniziative e molto altro ancora.

Tweets

Autentici #borghi con un fascino senza tempo #edenpuglia https://t.co/meWUmbaH6i
Una #Puglia sconosciuta e affascinante, vi aspetta per iniziare un tour emozionante, alla scoperta del periodo medi… https://t.co/ndnghB1F2M
Gravina di Puglia è una delle località nel cuore della #Puglia, che racchiude in seno tesori inesplorati e affascin… https://t.co/i4V3Dkflds
Segui Eden Puglia su Twitter

Post Gallery

Posti da visitare vicino Otranto

Posti da visitare vicino Lecce   

Vacanze in Puglia al mare, dove andare

La Cattedrale di Foggia

Il Duomo di Otranto e i suoi segreti

I Messapi: i primi “salentini” della storia

Il Castello di Taranto, un guardiano della storia

Visitare Accadia, cosa vedere e cosa fare

Visitare Apricena, cosa vedere e cosa fare