Dicembre 15, 2018

Il Salento è l'area territoriale che si estende nella parte meridionale della Puglia, tra il Mar Adriatico (ad est) ed il Mar Ionio (ad ovest).

La penisola salentina comprende la provincia di Lecce, parte di quella di Taranto e quasi tutta quella di Brindisi.

Il Salento è il territorio italiano più orientale (il punto più ad est è Capo d'Otranto), dalla morfologia in gran parte pianeggiante, con pochi rilievi collinari. Dal clima più umido rispetto alle altre regioni della Puglia, non è interessato da abbondanti precipitazioni: gli inverni sono miti e le estati, anche se afose, sono spesso ventilate.

Territorio regionale

Il Salento si caratterizza sia per il paesaggio che per il dialetto, per l'architettura, l'enogastronomia ed il folklore. La vegetazione dell'agro salentino è composta per la maggior parte da grandi ulivi secolari, mentre sono molto numerose le masserie fortificate (la cui costruzione va dal XVI al XVIII secolo). I paesi sono poco popolosi e gli edifici sono dipinti di bianco intenso, fatto che li rende abbaglianti alla luce del sole. Lungo le coste (sia dalla parte del Mar Ionio che del mar Adriatico) sorgono alcuni centri abitati e numerose torri di avvistamento risalenti al Medioevo o al periodo rinascimentale.

salento

Turismo

L'economia del Salento si basa soprattutto sul turismo, che interessa le sue meravigliose spiagge e le masserie. Nel 2011, l'afflusso turistico si è attestato sui nove milioni di presenze. Oltre che dal turismo di massa, il Salento è interessato da un turismo di nicchia, da parte di facoltosi turisti stranieri (in particolare provenienti dalla Gran Bretagna) attratti dall' ospitalità rurale salentina. Il fenomeno di valorizzazione della campagna salentina, che interessa in modo particolare le province di Brindisi e di Lecce  è simile a quello che interessa la Toscana.

Itinerari naturalistici

I luoghi di interesse naturalistico nella regione del Salento sono numerosi: la CEE, ha definito SIC (siti di interesse comunitario) numerose località dell'area salentina che si affacciano sul Mediterraneo, a causa della loro importanza ambientale. Nell'intera provincia di Lecce ve ne sono ben 32, mentre in quella di Brindisi ve ne sono 8 ed altrettanto in quella di Taranto. Le coste, ampie e sabbiose, sono uno delle maggiori attrattive del Salento.

itinerari naturalistici

Spiagge

Quelle più frequentate e famose sono quelle di Ugento, Campomarino, Torre dell'Orso, Santa Maria di Leuca, San Pietro in Bevagna, Gallipoli, Otranto e Porto Cesareo. Quelle che si affacciano sul Mar Ionio si caratterizzano per le acque straordinariamente trasparenti e dai colori eccezionali, mentre quelle sul Mar Adriatico presentano spettacolari scogliere a picco sul mare. 

Tra queste spiagge rocciose, le più note sono Porto Badisco, Castro e le marine di Nardò. Lungo la costa orientale, nelle scogliere da Santa Maria di Leuca ad Otranto, sono numerose le grotte carsiche. Il numero maggiore di queste grotte si trovano a Castro (dove sono stati trovati pittogrammi e reperti paleontologici) ed alle marine di Nardò.

spiagge salento

All'interno della penisola salentina, sono di grande interesse gli estesi oliveti. Non stupisce, quindi, che siano stati inseriti dal Fondo per l'ambiente italiano, nella lista dei 100 luoghi italiani da salvare.

Itinerari storico culturali

Dal punto di vista artistico e culturale, risultano di primario interesse la città d'arte di Urgento (che ospita un'ampia area archeologica, tre musei ed il parco regionale dei Bacini) ed i centri storici di Gallipoli, Lecce, Taranto, Otranto, Nardò, Grottaglie, Tricase, Martina Franca ed Avetrana. 

Nel Salento sono numerose le chiese rupestri con cripte ricoperte di affreschi religiosi risalenti al Medioevo: le più famose sono la Chiesa rupestre Ss. Annunziata (IX secolo), la cripta di Sant'Angelo (Lizzano), o la cripta della Madonna del Gonfalone (Tricase). Sempre tra le architetture religiose troviamo le chiese in stile romanico pugliese (tra cui la Cattedrale di Brindisi e la chiesa di Santa Caterina d'Alessandria nella città di Galatina).

Un altro luogo d'interesse turistico è il bellissimo borgo di Ostuni, uno dei più belli d'Italia con case in calce bianca distribuite in modo disordinato intorno alla cattedrale: ciò dà al centro storico un aspetto unico e rende Ostuni una delle città più conosciute dell'intero Sud Italia, oltre che il simbolo della Puglia a livello internazionale.

Infine, uno degli itinerari più interessanti è quello riguardante il centro storico di Lecce e le architetture del Barocco leccese. Lecce, infatti, possiede un centro storico ricchissimo di opere d'arte, soprattutto di epoca barocca.

Lo stile del Barocco leccese, nato a fine Seicento, è uno dei più particolari della storia dell'arte italiana, che si differenzia in maniera particolare dalle architetture barocche del resto del mondo. Si caratterizza infatti per le complesse decorazioni sulle facciate di chiese e palazzi, rese possibili dall'uso del tufo originario della zona. Tra i capolavori dell'arte barocca di Lecce troviamo la basilica di Santa Croce, la piazza del Duomo (tra le più belle dell'intera penisola) ed il complesso monumentale dei Celestini.

Newsletter

Sempre informati sulle ultime novità, sulle offerte, sugli eventi, su tutte le iniziative e molto altro ancora.

Tweets

Alberobello, in provincia di Bari, deve le sue fortune ai trulli, e dal 1996 è considerato Patrimonio dell'Umanità… https://t.co/I4gq4cDpvf
Gravina di Puglia è una delle località nel cuore della Puglia, che racchiude in seno tesori inesplorati e affascina… https://t.co/GJExpL43e4
La storia del #barocco a #Lecce affonda le sue origini tra il XVII e il XVIII secolo, in pieno periodo della Contro… https://t.co/mgAZx6fPMS
Segui Eden Puglia su Twitter

Post Gallery

La Cattedrale di Foggia

Il Duomo di Otranto e i suoi segreti

I Messapi: i primi “salentini” della storia

Il Castello di Taranto, un guardiano della storia

Visitare Accadia

Apricena

Visitare Ascoli Satriano

Biccari e Alberona

Visitare Bovino, cosa vedere e cosa fare